Casa Museo di Moggio

La corrente elettrica

ANNO 1950: PRIMO COLLEGAMENTO DI ENERGIA ELETTRICA NELLE ABITAZIONI MOGGESI

In ogni casa fu installato uno strumento chiamato "limitatore di corrente", con potenza di 125W per uso privato e con potenza di di 140W per gli esercizi pubblici.
In ogni stanza si metteva una lampadina da 5W per evitare che l'eccesso di consumo mandasse in "tilt" lo strumento.

Inizialmente l'utilizzo dell'energia si pagava con una quota fissa risocssa mensilmente da un addetto della Società Anonima Orobia, che passava regolarmente di casa in casa.

Negli anni a seguire il limitatore fu sostituito con il contatore per consentire una verifica più attendibile del consumo di ciascun utente.

Con l'installazione del contatore furono via via modificate anche le modalità di pagamento inserendo l'utilizzo delle prime bollette bimestrali.
 

L'arrivo della corrente elettrica